Storia

MantovaGay nasce nel 2004 sulle pagine di Yahoo essenzialmente come comunità virtuale. Dopo un’ attacco di alcuni hacker il gruppo viene chiuso per qualche settimana e viene di seguito rifondato da Antonio nel settembre 2004 con rinnovate energie. Da quel momento il gruppo si ricostitui, pianificò nuove iniziative, obiettivi sociali e culturali, grazie all’impegno di una decina di ragazzi che più di altri sentirono il bisogno di avere un giusto spazio e dignità nella realtà mantovana.

Il 31 ottobre 2004 ci fu il primo incontro tra alcuni membri della comunità “virtuale” durante il quale emerse evidente la necessità e anche la volontà di “fare qualcosa” per i gay mantovani.

La prima vera iniziativa organizzata dal gruppo MantovaGay è stata la rassegna cinematografica “QUASI NIENTE, I DETTAGLI CHE CONTANO” organizzata nell’aprile 2005 presso il Cinema del Carbone. Un vero successo; forse e’ stata la prima volta che la comunità gay di Mantova ha preso coscienza di esistere e ha cominciato a capire che con un po’ di “coraggio” poteva avere un po’ più di visibilità per ottenere qualche diritto ancora negato e magari un po’ piu’ di serenità.

Il 18 maggio 2005 nasce ufficialmente il comitato promotore ARCIGAY mantovano e Il 3 dicembre 2005 con il congresso fondativo, viene costituito il Comitato Provinciale Arcigay di Mantova “La Salamandra“ che vede alla sua guida Antonio Benazzi.

fb_img_1465828739091

Il 14 dicembre 2008 con il II congresso provinciale, viene nominato il nuovo Consiglio direttivo con la presidenza di Davide Provenzano, dove l’associazione cresce e costruisce nuovi progetti come il progetto di lotta al bullismo omofobico nelle scuole, le iniziative per la giornata della memoria e per il 17 maggio e molto altro. Dopo questo triennio, il 18 dicembre 2011 con il III congresso provinciale, viene nominato il nuovo Consiglio direttivo, dove viene riconfermato Davide Provenzano come presidente di Arcigay La Salamandra.

Nel triennio 2011/2014 l’associazione si fa portatrice di molte istanze e creatrice di molti eventi culturali, come il matrimonio civile simbolico celebrato davanti al castello di San Giorgio il 10 Febbraio 2013 che ebbe una grande risonanza mediatica.

Nell’estate 2013 L’associazione cerca e trova una NUOVA SEDE, dove poter vivere a fondo la propria identità e dove poter essere il punto di riferimento per la comunità LGBT mantovana. Con questo nuovo spazio, da vita ad un’accoglienza più profonda che prende sempre più forza: il gruppo giovani “LIBERI TUTTI”, il gruppo AGEDO, il gruppo DONNE, l’accoglienza e il telefono amico.

Il 25 Ottobre 2015, con il V Congresso Territoriale,  viene eletto il 5° direttivo dell’associazione che vede alla sua guida Diego Zampolli. Tale direttivo vede per la prima volta una maggioranza femminile al suo interno con due componenti eterosessuali; segno intangibile che le cose possono veramente cambiare. Questo da all’associazione nuovo slancio e nuova ripresa verso un triennio ricco di proposte.

C’e’ bisogno del sostegno di TUTTI, gay ma soprattutto etero. Chiunque puo’ impegnarsi e dare il proprio contributo per rendere la nostra città e tutto il nostro paese un luogo dove poter vivere serenamente la prorpia sessualità e identità. Non esitare a contattarci, o ancora meglio vieni a trovarci in sede.

 

Change this in Theme Options
Change this in Theme Options